Gli attivisti della provincia di Brindisi hanno riconfermato la mia candidatura alla Regione. Guarda il video!

Home News AUTORITA’ PORTUALE DI BRINDISI: TROPPE QUESTIONI ANCORA DA CHIARIRE, SERVE UN INCONTRO CON EMILIANO
AUTORITA’ PORTUALE DI BRINDISI: TROPPE QUESTIONI ANCORA DA CHIARIRE, SERVE UN INCONTRO CON EMILIANO
0

AUTORITA’ PORTUALE DI BRINDISI: TROPPE QUESTIONI ANCORA DA CHIARIRE, SERVE UN INCONTRO CON EMILIANO

0

Questa mattina, si è tenuto, presso Palazzo Nervegna, su invito del Sindaco Angela Carluccio, un tavolo di confronto per analizzare l’iter della riforma della portualità. All’incontro erano presenti il Senatore  Vittorio Zizza (COR), il consigliere regionale brindisino del Movimento 5 Stelle, Gianluca Bozzetti, i neoconsiglieri comunali M5S Stefano Alparone e Elena Giglio, il consigliere comunale Riccardo Rossi (Brindisi Smart), Il Presidente dell’ASI Marcello Rollo; CGIL, CISL, UIL, UGL, CNA, Camera di Commercio e Operatori portuali.

“In apertura di lavori – dichiarano i pentastellati – abbiamo ritenuto opportuno, riportare all’attenzione di tutti la questione legata alla prossima riunione del Comitato Portuale, nel corso del quale si delibererà sulla richiesta di concessione ventennale da parte della compagnia di navigazione Grimaldi. Abbiamo ribadito ancora una volta come a nostro giudizio sia opportuno rinviare la seduta e abbiamo altresì ribadito le nostre perplessità,non in merito alla presenza della Grimaldi nel porto di Brindisi, quanto in merito alle modalità con le quali si giunge ad una concessione in esclusiva delle banchine. Il Sindaco ha preso atto di questa volontà ed ha promesso che entro oggi chiederà formalmente il rinvio della seduta del Comitato Portuale.” In merito allaquestione accorpamento dell’autorità portuale di Brindisi con la nuova autorità di sistema di Taranto o di Bari, i cinquestelle sembrano avere le idee altrettanto chiare: “nessun campanilismo, non importa stare da una parte o dall’altra, ma è fondamentale che la riforma della portualità sia una riforma efficace, orientata allo sviluppo dell’intero comparto regionale, a differenza di quanto avvenuto con la prima riforma Delrio, ovvero il disastro sul riordino delle provincie”.

“Ci chiediamo – prosegue Bozzetti – come possa essere possibile che il presidente Emiliano possa affidare una questione tanto delicata con importanti ricadute sul territorio brindisino, ad un suo delegato all’io interno del Comitato Portuale, l’avvocato Mastro, che ad oggi non ricopre neanche un ruolo nell’apparato regionale. Chiederemo pertanto un incontro immediato nelle prossime ore direttamente al Presidente al fine di discutere di tutte queste problematiche nonchè della richiesta di una moratoria per l’autorità portuale brindisina da portare direttamente sul tavolo del Governo centrale.”

I pentastellati fanno sapere che al contrario il sindaco Carluccio non ha invece espresso alcuna posizione in merito  alla concessione, nonostante le sollecitazioni pervenute da molti, adducendo come motivazione la non conoscenza in dettaglio della questione. “Ci pare poco confortante questa motivazione – prosegue il consigliere Alparone (M5S) – dal momento che questa specifica questione va avanti dal 2014, anno in cui l’On. Diego De Lorenzis (M5S) presentò un’interrogazione al ministro di cui, purtroppo, attendiamo ancora oggi risposta.”

Benvenuto!

Sono candidato capolista nella provincia di BRINDISI alle prossime elezioni regionali in Puglia del 20 e 21 settembre con la lista del Movimento 5 Stelle! Guarda come si vota:

 

 

Metti Like sulla mia pagina Facebook per seguire le mie news:

oppure iscriviti alla Newsletter settimanale!