Gli attivisti della provincia di Brindisi hanno riconfermato la mia candidatura alla Regione. Guarda il video!

Home News ILVA E CERANO, CHIESTI ALLE ASL DATI RIGUARDO AI DANNI SANITARI E AMBIENTALI PRODOTTI
ILVA E CERANO, CHIESTI ALLE ASL DATI RIGUARDO AI DANNI SANITARI E AMBIENTALI PRODOTTI
0

ILVA E CERANO, CHIESTI ALLE ASL DATI RIGUARDO AI DANNI SANITARI E AMBIENTALI PRODOTTI

0

ILVA E CERANO, M5S CHIEDE ALLE ASL DATI RIGUARDO AI DANNI SANITARI E AMBIENTALI PRODOTTI

I consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Gianluca Bozzetti, Mario Conca, Marco Galante e Antonella Laricchia fanno sapere di aver inoltrato una richiesta dati alle ASL ai Sindaci dei due Comuni, Taranto e Brindisi, per avere una copia degli atti o dei provvedimenti proposti dai Sindaci dal 2006 ad oggi, al fine della tutela della salute pubblica, in ottemperanza alla legge regionale n. 36/84 e ai propri doveri d’ufficio.

“In questi mesi abbiamo più volte interrogato la giunta sul danno sanitario e ambientale nelle due province dove insistono i due siti industriali di interesse nazionale – dichiarano i pentastellati – Emiliano ancora oggi non ci ha dato una risposta esaustiva: è assurdo che si rimanga ancora una volta in silenzio di fronte alla richiesta di salute dei due territori altamente inquinati.”

I cinquestelle fanno sapere di aver inoltre richiesto ulteriori dati al responsabile dello SPESAL della ASL/TA, dott. Cosimo Scarnera, in particolare: il numero delle denunce di malattie professionali pervenute a far data dal 2006 riguardanti i dipendenti Ilva e informazioni riguardo alle indagini svolte dallo Spesal in merito a quanto sopra e i relativi provvedimenti adottati. “Chiediamo conto al dott. Scarnera dal momento che la struttura complessa da lui diretta dal 22/6/06 ha il compito istituzionale delicatissimo di tutelare la salute dei lavoratori. Questo, nonostante lo stesso sia stato incaricato nel 2006 con nomina diretta dal DG dell’ASL/TA in probabile violazione dell’art. 18 dell’accordo collettivo nazionale del 1998-2001.” Secondo i pentastellati, infatti, il responsabile in questione ad oggi avrebbe quasi maturato, a questo punto probabilmente in maniera abusiva ed illegittima, gli anni di servizio necessari che, paradossalmente, gli consentirebbero di partecipare questa volta a pieno titolo, ad un eventuale concorso per l’assegnazione del ruolo dirigenziale già attualmente occupato. “Ma in merito abbiamo già depositato una apposita interrogazione in merito – concludono – vogliamo vederci chiaro.”

Benvenuto!

Sono candidato capolista nella provincia di BRINDISI alle prossime elezioni regionali in Puglia del 20 e 21 settembre con la lista del Movimento 5 Stelle! Guarda come si vota:

 

 

Metti Like sulla mia pagina Facebook per seguire le mie news:

oppure iscriviti alla Newsletter settimanale!